LABORATORI

LA TANA DEI GORILLA

Gorilla è prima di tutto un luogo dove sperimentare i propri talenti.

Nei nostri laboratori ognuno può trovare la sua strada perché ogni pomeriggio abbiamo una proposta differente!

CHI SIAMO

Siamo un gruppo di amici del III Municipio di Roma che nel 2015 ha dato vita all’A.s.d. Gorilla per poter creare situazioni d’incontro e di aggregazione all’interno del quartiere Serpentara, zona in cui siamo cresciuti.

Siamo tutti ragazzi/e (26-31 anni) esperti in vari settori (scienze della formazione, scienze pedagogiche, ecobiologia, scienze della comunicazione, lingue e culture del mondo moderno, studi storico-artistici, musica, sport) e/o con grande esperienza in campo educativo.

 

La differenza di competenze, professionalità e personalità ma anche il legame forte che ci unisce, hanno fatto in modo che la nostra associazione sia stata riconosciuta come un ambiente in cui ognuno riesca a trovare il proprio posto e sentire di appartenere ad una famiglia, uscendo dalla sfera del privato e dalla sua logica che ci spinge ad alienarci ed estraniarci da ciò che ci circonda.

 

Gli obiettivi che ci siamo posti con la fondazione di Gorilla, infatti, riguardano la sperimentazione in campo pedagogico (soprattutto legata alle correnti dell’educazione all’aria aperta e dell’educazione libertaria) ma anche la volontà di vivere l’ambiente e gli spazi pubblici come strumenti per valorizzare le risorse intorno a noi, riscoprendo un rapporto di sinergia, cura e rispetto con la Natura, anche e soprattutto all’interno della città, per far di essa lo strumento per la creazione di una comunità educante all’interno del quartiere.

 

Con l’apertura dei corsi di Calcio abbiamo iniziato una sperimentazione di incontro tra Calcio e Pedagogia, riportando il nostro pensiero educativo anche nello sport e facendo in modo che anche il Calcio diventi “a misura di bambino” e torni ad essere uno sport d’aggregazione, di incontro e di confronto, una realtà inclusiva. Per noi l’educazione è parte integrante della vita e non si limita ad una sola fascia d’età o ad un determinato contesto; per questo, le attività che svolgiamo sono molteplici e siamo sempre pronti a metterci alla prova con nuovi progetti!

LA NOSTRA STORIA

Iscriviti alla newsletter

Gorilla nasce il 29 Aprile 2015 dopo una lunga, intensa, a volte entusiasmante, altre volte sconfortante, gestazione.

Prima di quel giorno, ci trovavamo spesso a discutere del nostro futuro, dei traguardi che ognuno di noi personalmente avrebbe voluto raggiungere ma anche del nostro presente, di tutto quello che avremmo potuto migliorare. Quando si fanno questi discorsi, tra amici, spesso l’argomento si allarga a macchia d’olio dalla sfera privata a quella sociale o, almeno, per noi è sempre stato così e Gorilla era già viva nelle nostre fantasie.

Non ci siamo mai sentiti così onnipotenti da avere la presunzione di cambiare la società ma siamo sempre stati convinti che si possa fare la differenza agendo sul proprio io e sul proprio contesto. Partire dal nostro quartiere ci si è sembrata la scelta più consona.

 

E così, un giorno, quel 29 Aprile, abbiamo smesso di parlarne. Con una buona dose di incoscienza, una pinta a darci coraggio e una monetina che decidesse per noi le cariche istituzionali, ci siamo ritrovati al pub di quartiere e, guardandoci in faccia, ci siamo detti: “facciamolo”.

 

Il nome c’era già. C’era già prima che ce ne accorgessimo. Risuonava nelle nostre casse, in quella musica con la quale ci sentivamo capiti e che ogni volta ci raccontava qualcosa di nuovo.

“Gorilla” era il nome più adatto da dare a quella nuova ed incredibile utopia che prendeva forma: un nome che raccoglieva il senso del gruppo e dello stare insieme, che non facesse distinzioni d’età, di genere, di numero e di lingua, che andasse contro il senso comune, in cui fosse presente la natura.

 

Così, solamente due giorni dopo, il primo Maggio, eravamo al Parco delle Betulle, quella che è da sempre la nostra casa, a raccontare alle persone incuriosite il nostro progetto, che sarebbe partito poco dopo: “Tutti in Fuorigioco”. E’ da lì che abbiamo iniziato. E’ da lì che ancora oggi, dopo 5 anni, attingiamo le energie necessarie per andare avanti.

 

Il fuoco non si è spento, anzi è alimentato sempre di più dalla bellissima comunità che abbiamo intorno e che ci ha dimostrato, con una sana dose di follia, di viaggiare nella nostra stessa direzione già dagli inizi.

 

Siamo cresciuti e con noi è cresciuta anche Gorilla: oltre a “Tutti in Fuorigioco” sono nati altri progetti, tutti legati dallo stesso sentire pedagogico, tutti uniti dalla stessa necessità di cambiamento.

Avevamo bisogno, perciò, di una tana che fosse vicina alla nostra casa all’aria aperta e, dopo due anni di ricerca, finalmente l’abbiamo trovata.

Gorilla per noi è stata e continua ad essere la dimostrazione che non c’è bisogno di grandi investimenti materiali per seguire ognuno la propria strada, se si può fare affidamento sul proprio lavoro, sulle proprie energie e contando sul supporto di una comunità solida, accogliente e che si muove verso un obiettivo comune.

 

Se stiamo insieme, tutto è possibile: questo è il più grande insegnamento che Gorilla ci ha portato fin’ora e lo scriviamo qui per ricordarlo a tutti noi nei momenti di stanchezza, sfiducia, smarrimento che questo lavoro inevitabilmente comporta.

"Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l'unica cosa che è sempre accaduta" (M. Mead)